Categories

A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

lunedì 28 maggio 2012

33° lunedi sostenibile – network for greener cities

Il silenzio della meditazione camminata vipassana sull’erba di Parco Sempione, dei  venerabili cedrus atlantica  da abbracciare: esercizi di semplicità per cogliere la sacralità della vita che pulsa sotto i nostri piedi, dietro la corteccia di ogni albero. Per un approccio di consapevolezza alla sostenibilità.


Barbara Biscotti, docente universitaria, insegnate di  yoga e conduttrice di meditazione,  ha introdotto una meditazione camminata della tradizione vipassana, in cui ogni piede che tocca il suolo bacia madre terra. *Si tratta di una bellissima tecnica, molto facile da apprendere, usata nei ritiri di meditazione e dai praticanti di consapevolezza in tutto il modo.  Ci siamo tolti le scarpe- in un atto di fiducia verso l’erba con pratoline del parco- e seguendo le indicazioni di Barbara abbiamo camminato cercando di portare tutta la consapevolezza possibile ai piedi, alla percezione del terreno, in un momento di silenzio e ascolto interiore. Barbara ci ha citato due frasi del maestro taoista Tchouang -Tseu: “L’uomo vero respira con i suoi talloni”, “Nonostante i piedi dell’uomo non occupino che un piccolo angolo di terra, è per tutto lo spazio che non occupa che l’uomo può camminare sulla terra immensa.” e due del maestro zenThich Nhat Hanh: “Camminate come se baciaste la terra coi vostri piedi!”, “La terra è segnata dalle nostre ansietà e dai nostri dolori. Dobbiamo camminare in modo da segnarla solo di pace e serenità. Tutti ne siamo capaci, basta desiderarlo ardentemente.”

Maurizio Savoja, istruttore presso Qi Gong People Milano, ci ha insegnato alcune posizioni base del qi gong terapeutico, secondo l’insegnamento del maestro medico docente universitario Li Xia Ming utili per attivare la propria energia sottile e mettersi in relazione con l’energia dell’ambiente. Farlo sotto gli alberi è stata una esperienza piacevolissima davvero carica di energia. Maurizio ha lanciato l’immagine degli esseri umani come alberi senza radici. Ci ha chiesto di essere alberi. http://www.neomedica.org/

Emina Cevro Vukovic , project manager di Lunedi Sostenibili, ha raccontato come alcune tradizioni shamaniche consiglino di avvicinare un albero che attrae e chiedendo all’albero il permesso consigliano di rivolgere all’albero una domanda, di chiedere un aiuto a un dubbio. La risposta verrà stando quietamente nella vicinanza dell’albero, tocccamdolo con affetto o sedendosi con la schiena contro il suo tronco, ricettivi a quando sorgerà spontaneamente.

A questo riguardo il medico Carlo Moiraghi ha raccontato in un intervista che aveva rilasciato per Percorsi Yoga: “Nel Taoismo arcaico esiste la pratica di abbracciare gli alberi che l’occidente ha in parte frainteso, come se si trattasse di vampirizzare, di succhiare l’energia dell’albero. Invece il contatto avviene in un reciproco riconoscersi, l’albero ti chiama e tu vai verso di lui, c’è una accettazione reciproca. Io credo che gli alberi siano curiosi di noi umani sempre così’ irrequieti: Il contatto con l’albero avviene in una tonalità pura e fresca, che dà stabilità. Quando avevo il mio studio a Milano vicino a Porta Venezia consigliavo ai miei pazienti di andare a sedere sotto una certa pianta, la consideravo un mio valido collega, una pianta può far star bene anche semplicemente per la sua bellezza che apre il cuore!”

ll parco Sempione ospita due alberi monumentali, un olmo sul belvedere di fronte alla statua di Napoleone III e un ippocastano nei pressi del “ponte delle sirenette”, e presenta due percorsi botanici. Su tali percorsi le 31 piante scelte sono dotate di cartellini che riportano il nome dell’albero e alcune indicazioni botaniche. Grazie a una guida fornita dal servizio ecologico volontario del parco, scaricabile gratuitamente, e grazie ai cartelli segnaletici botanici presenti è semplice fare i percorsi botanici e portare un omaggio agli alberi monumentali, forse scopriremo che possono essere i nostri amici-medici. Per prenotare invece una visita guidata gratuita basta chiamare le guardie ecologiche volontarie: 02-88464456/7

Alla fine dell’incontro ci siamo fermati per un piccolo aperitivo, seduti sull’erba del prato, per conoscerci meglio. Molti hanno chiesto maggiori dettagli A Barbara sulla meditazione camminata e in generale sulla meditazione, la maggior parte delle persone che hanno partecipato all’incontro non ne aveva esperienza. Si sono scambiati biglietti da visita, promesse di approfondire gli argomenti introdotti e di scambiarci informazioni utili alla difesa e valorizzazione del verde urbano.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  


9 + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.